Dalla Sicilia alla Puglia

La Festa di S. Giuseppe

Presentazione di Vittorio Sgarbi

 

 

   Rilegato cucito con filo refe, Cartonato con sovraccoperta. e custodia, con sovrimpressioni dorate

 Formato 21x30 pag. 208 in quadricromia, carta patinata lucida ricco di foto a piena pagina, adatto a regalo. Edizione 2012.

 

Prezzo copertina € 54.60

Il volume è uno studio condotto da vari autori, fra cui V. Sgarbi e V. Musardo Talò,

sulla festa di S. Giuseppe in molti comuni della Puglia e della Sicilia

 

Sommario  Presentazione [Vittorio Sgarbi]

                   Nota del curatore [V. Musardo Talò]

Parte prima: Sicilia. Terra di san Giuseppe

                   •La festa di san Giuseppe: geografia cultuale in Terra di Sicilia [D. Scapati]

                   •Tra miti e credenze. Patronage giuseppino nelle contrade siciliane [C. Paterna]

                   •I pani merlettati di Salemi, capitale del culto siciliano in onore di san Giuseppe [P. Cammarata]

                   •Pietanze della tradizione nelle tavolate di Vita e dintorni [S. Fischetti e AA.VV.]

Parte seconda: Puglia. Omaggio a san Giuseppe

                   •La Puglia per san Giuseppe. Storia e devozione [V. Fumarola]

                    •A oriente di Taranto, cuore pugliese del culto giuseppino [S. Trevisani]

                    •San Giuseppe nel Salento: riti e tradizioni  [E. Imbriani]

                    •Architetture dell’anima: i magici altarini di san Giuseppe [V. Musardo Talò]

Asterischi     •Iconografia giuseppina nell’arte colta [V. Sgarbi]

                     • le Confraternite di san Giuseppe custodi della religiosità popolare [V. Musardo Talò]

                     •“A Te, o beato Giuseppe…”: il culto di san Giuseppe nei santini [S. Colafranceschi]

 

 

La Santa Casa di Nazareth

da Taranto-Brindisi a Loreto

Presentazione di Giuseppe Santarelli

 

     Formato 15.5x21 pag. 128 a colori, carta patinata spessa, copertina con patalette. Edizione 2019

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

 

 

 

Prezzo € 18.00

 

Testo scientifico riguardante la ricerca storica relativa alla Traslazione della Santa Casa di Loreto

 

La ricerca rimette in discussione alcuni aspetti della storia della Traslazione della Santa Casa di Loreto, puntando su inedite piste, nuovi assunti e alcune figure di protagonisti, che si muovono lungo un breve segmento temporale, interposto fra l’11 ottobre e il 10 dicembre del 1294. In primis, vengono chiamati in causa il principe di Taranto, Filippo I d’Angiò e Thamar d’Epiro sua promessa sposa, oltre a Carlo II re di Napoli, il papa Celestino V e il domenicano Salvo, vicario pontificio e vescovo di Recanati; mentre la città regia di Brindisi e la chiesa di S. Maria del Casale disegnano lo scenario, su cui si muovono i fatti dell’ultima tappa del viaggio della Santa Casa di Nazareth: dal porto di Brindisi a Loreto.

 

The research challenges some aspects of the history of the “Translation of the Holy House of Loreto”, focusing on new tracks, new assumptions and the actions of some of the protagonists, moving along a short period of time, between 11 October and 10 December 1294.

The Prince of Taranto, Philip I of Anjou, and Ithamar d’Epiro, his betrothed, are the last legitimate owners of the illustrious relic of the Holy House, as well as Charles II of Naples, Celestine V and the dominican Salvo, bishop of Recanati. Meanwhile, the city of Brindisi and the church of S. Maria del Casale is the scenario where the events of the last journey of the Holy House of Nazareth took place, going from the port of Brindisi to the city of Loreto.

 

 

Nel primo centenario

della Grande Guerra

S. Marzano Ricorda

 

Cucito a filo refe, formato 16x24 bicolore, pag. 128 carta lucida spessa con molte foto bicolore. Edizione 2018

 

Cura: V. Musardo Talò

 

 

 

 

 

 

Prezzo € 18.00

Autori: Vincenza Musardo Talò, Luigi Di Nicola, Chiara Toraldo, Pietro Rossetti

Grafica e impaginazione: Giuseppe Talò

 

Cap.1 - San Marzano negli anni della Grande Guerra (V. Musardo Talò)

Cap. 2 - Onore ai 66 figli di S. Marzano caduti Nella Grande Guerra (V. Musardo Talò)

Cap. 3 - Momenti quotidiani nelle zone di guerra (raccolta fotografica inedita) (L. Di Nicola)

Cap. 4 - Liste di Leva dei cittadini nati tra il 1881 e il 1990 di S. Marzano (C. Toraldo)

Cap. 5 - Rachele Miccoli: La medichessa di A. Marzano (P. Rossetti)

Cap. 6 - Distinzione onorifica di "Cavaliere di Vittorio Veneto" e Onorificenze ai Reduci (V. Musardo Talò)

 

La ricca collezione inedita di foto è in bicolore per consentire la riproduzione della patina del tempo; le foto in gran parte furono eseguite sul campo dal capitano medico F. Alabrese nel 1915-18 .

 

Nel volume è possibile reperire i nomi di tanti soldati sammarzanesi insieme a notizie sui loro famigliari, il mestiere o lo stato di salute, tratte dal foglio matricolare di ognuno

 

I Santi Patroni

di Taranto e Provincia

 

Rilegato, cucito a filo refe, cartonato con sovracoperta formato 24x30 b/n, pag. 430 carta lucida spessa con molte foto b/n. Edizione Del Grifo 1999

 

Cura: V. Musardo Talò - Vito Fumarola

 

 

 

 

 

 

Prezzo € 80.00

Autori: Vincenza Musardo Talò, Vito Fumarola

Presentazione di Cosimo Damiano Fonseca

 

Questo lavoro si origina da un sentimento di rispetto e dal culto della memoria, per le tradizioni e per il patrimonio devozionale, riferiti a un vasto ordito umanoqual'è l'insieme delle 29 comunità municipali di Terra jonica e di Taranto capoluogo; un ricco universo quivi osservato e fotografato in un momento peculiare e connotativo del suo variegato esistere, ovvero il giorno della festa più caratterizzante la sua fisionomia socio-religiosa, quale può essere la festa del proprio santo patrono.

Un patrimonio amorevolmente raccolto, qua e là, da anonimi pellegrini della cultura quali siamo, in cerca delle più autentiche sembianze di una realtà antica quanto attuale, così come si è mostrata essere ovunque - a Martina Franca come a Lizzano, a Taranto come a Monteparano, senza distinzione alcuna - la festa del proprio santo patrono, quasi sempre e in ogni dove avvertito come il più sicuro testimone e l'affettuoso custode delle proprie radici e della propria identità, non solo religiosa, ma anche storica....

 

 

 

 

 

Monteparano

antico casale albanese

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta avoriata usomano pag. 216 di cui 48 tavole fotografiche  b/n su carta lucida. Edizione Lacaita 1991

 

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 35.00

Autore: Vincenza Musardo Talò

 

 

La piccola cittadina di Monteparano, che sembrava essere quasi luogo anonimo per gli storici locali del passato ha, invece, evidenziato un patrimonio storico quanto mai interessante e vario il cui risultato è riportato nel presente lavoro.

Questo si snoda in due parti, la prima (dall'età preclassica al 1460) che va dalle ipotesi sulle origini del casale di Patrello sino alla sua distruzione per mano delle truppe albanesi, accorse in aiuto del re di Napoli; la seconda parte traccia la storia del casale albanese di Monteparano, dalla nascita alla promulgazione delle leggi eversive (1514-1806)

 

San Marzano

di S. Giuseppe

Un'isola culturale

in terra di Puglia

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 160 con molte fotografie  b/n. Edizione 1997

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 25.00

Autore: Vincenza Musardo Talò

 

Esauritasi la fortunata edizione del volume "Tracce storiche su S. Marzano di S. Giuseppe" del 1987 dello stesso autore, si è ritenuto opportuno ricomporre una pubblicazione aggiornata sulla storia e la cultura sammarzanese.

Questo nuovo studio, progettato per tematiche, si porge al lettore in una veste editoriale più agile ed elegante della precedente, tenendo conto delle successive ricerche d'archivio che vanno ad arricchire e a chiarire il patrimonio culturale della comunità di S. Marzano rispetto a dieci anni prima.

Particolare attenzione viene riservata alla trattazione di alcune problematiche, in particolare quella storico-linguistica, utile anche ai fini di un impiego dell'opera nelle locali scuole, onde conseguire quegli obiettivi didattici e formativi, tesi alla conoscenza della realtà del territorio di appartenenza.

Nondimeno si è fatto per conseguire una finalità più ampia come l'acquisizione della coscienza delle proprie radici e del prezioso patrimonio culturale da parte di ognuno, specie dei giovani, a cui affettuosamente dedichiamo questo lavoro, certi che nella storia potranno trarre quegli insegnamenti per una vita più ricca di valori civili e sociali.

 

Il Monastero del cuore trafitto a Manduria

(1894-1994)

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 168 con molte fotografie  b/n. Edizione 1995

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 35.00

Autore: Vincenza Musardo Talò

 

Oggi, la presenza del second'ordine francescano nella provincia di Taranto è attestata in tre grandi centri, insistenti in tre diocesi diverse: la città di Grottaglie nell'arcidiocesi di Taranto, la città di Castellaneta in quella omonima e la città di Mandurianella diocesi di Oria.

Il monastero del Cuore Trafitto di Manduria - più comunemente noto come il monastero di S. Chiara - è il più recente dei tre, giusto un secolo di vita; non per questo, però, è meno ricco di significati e di apporti alla universale spiritualità francescana.

La ricerca vuole essere un tentativo di restituire a Manduria e ai Manduriani un tassello inedito della loro storia, un porgere loro un'esperienza di vita contemplativa che quotidianamente si esprime tra le mura della clausura del Cuore Trafitto, attraverso il perpetuarsi delle vocazioni di tante donne, la cui scelta di vita è una sfida coraggiosa a una società che, per certi versi, ha smarrito il senso dei più grandi e inalienabili valori essenziali.

 

L'antica chiesa bizantina di Mennano

in agro di Taranto oggi Santuario della Madonna della Camera

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 64 con molte fotografie  b/n. Edizione 2000

 

Autore: Francesca Talò

 

 

 

Prezzo € 15.00

Autore: Francesca Talò

 

L'antico casale di Mennano in agro di Taranto e la sua originaria chiesa bizantina (XI sec.), di cui oggi è miseramente superstite solo l'abside, unitamente a pochi avanzi di quelli che erano gli artistici affreschi , che esperti del secolo scorso hanno definito come esempio della più evoluta arte bizantina del Tarantino, oggi versano in stato di forte degrado e di abbandono nonostante la presenza di una legislazione che tutela i beni culturali.

Il presente lavoro vuole essere la denuncia di un'emergenza culturale di carattere storico-artistico, tenuto conto del valore, non solo religioso, che l'originario complesso monumentale di Mennano ha rivestito nella più ampia storia del territorio di jonico , in particolare Roccaforzata e Monteparano.

 

L'ing. Francesca Talò PhD, è ingegnere edile, ha conseguito il dottorato in Restauro e Storia dell'Architettura, presso l'Università di Bologna  e  Il dottorato in Beni Architettonici e del Paesaggio presso la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio presso la Sapienza  di Roma. Dal 2007 al 2011 ha ricoperto l'incarico di tutor per le esercitazioni del corso di Storia di Architettura Moderna  e Architettura Tecnica presso la facoltà di ingegneria edile-architettura nell'Università di Bologna

 

S. Giorgio Jonico: la festa patronale e l'antica devozione a San Giorgio martire

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 64 con molte fotografie  b/n. Edizione 1997

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 10.00

La ricerca indaga sul culto e la devozione popolare al santo patrono di San Giorgio Jonico. Non mancano riferimenti alla storia di questo antico casale albanese a oriente di taranto. Il volume si completa con un interessante corredo iconografico.

 

I Riti Nuziali

Un'isola culturale

in terra di Puglia

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 56 con molte fotografie  b/n. Edizione 1998

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 10.00

Studio e ricerca su uno squarcio di cultura etnica che ha interessato il Regno delle Due Sicilie tra la fine del Quattrocento e la prima metà del 1500 e che ha il suo inizio con l'arrivo degli albanesi stanziatesi nelle terre a oriente di Taranto dando origine all'Albania Sallentina. Di questa pittoresca cultura sono stati rivisitati i riti nuziali delle comunità levantine, riti diversi da quelli in uso presso gli indigeni, tanto da emergere dalla locale cultura regnicola e tarantina e mantenersi nei secoli, se non nel rito religioso - vietato agli albori del '600 dagli arcivescovi tarantini - nel complesso del cerimoniale.

A Monteparano, Faggiano, San Marzano, Roccaforzata, gli albanesi hanno lasciato un patrimonio valido a essere riportato alla coscienza civile di ognuno.

 

Le Ali della Santità

San Giuseppe da Copertino

nella devozione dei santini

 

Cucito a filo refe, formato 17x24, Carta lucida pag. 108 con molte fotografie  b/n e e 16 foto a colori. Edizione 2003

 

Autore: V. Musardo Talò

 

 

 

Prezzo € 15.00

L'esperienza terrena di Giuseppe Desa da Copertino occupa l'intera prima metà e oltre del seicento.

Nel trascorrere degli anni, già dall'infanzia e sopratutto nella sua vita di religioso, egli sopportò con le virtù massime dell'umiltà e dell'obbedienza, le ingiuste accuse, l'esilio a vita e l'amara solitudine di un forzato isolamento.  Frate Giuseppe fu costretto, per i doni mistici che possedeva, grazie anche alla rigida e sospettosa giustizia della Chiesa del tempo, all'isolamento, come espediente per controllare lo straordinario potere della levitazione e dei voli.

A quanti lo incontravano poteva apparire un diverso, un mediocre, rude, scontroso però appassionato e fanciullescamente innamorato dell'Altissimo. Per questa sua innocenza, per quel suo cuore da bambino, in San Giuseppe da Copertino, così scrive il Santo Padre, risplende la sapienza.

I LIBRI POSSONO ESSERE RICHIESTI ALL'AUTORE

Cav. Prof. Vincenza Musardo Talò

via Regina Margherita, 101

74020 San Marzano di San Giuseppe (TA)

e-mail: vincenza.musardo@libero.it